Il primo spicchio non si scorda mai: le smorfie di alcuni bimbi alle prese con l’agrume più acido che ci sia, in un divertentissimo video in slow motion.

reazioni-dei-bambini-quando-assaggiano-il-Limone-e1390475701803

Diffidenti, sorpresi, disgustati e… ipersalivanti: sono solo alcuni degli aggettivi che potreste usare per descrivere i volti di questi bambini che assaggiano per la prima volta uno spicchio di limone. Le loro reazioni sono state fotografate, filmate e montate in un divertente filmato in slow motion dai fotografi David Wile e April Maciborka. Il video, intitolato “Pucker” (grinza, smorfia, aggrottare) ha già totalizzato quasi 409 mila visualizzazioni su YouTube e sta facendo il giro del web.

Ma è giusto sottoporre il più acido dei sapori a bambini così piccoli? Sì, ed è anche particolarmente importante. Dopo i primi sei mesi di vita infatti, i bebè iniziano a sperimentare il primo approccio diretto al cibo: non filtrato, cioè, dai gusti della madre (come avveniva durante la gravidanza e l’allattamento).

A quest’età prediligono i sapori dolci o salati dei cibi ricchi di calorie, mentre storcono la bocca davanti all’acido e all’amaro, e non amano le verdure. Si tratta di un fatto normale e spiegabile in termini evolutivi: in condizioni di scarsità di cibo, si sarebbe così naturalmente spinti verso alimenti molto nurienti. Ma è fondamentale che esplorino tutti i gusti per imparare da soli che cosa apprezzare e cosa ritenere repellente. A 18 mesi infatti, diverranno più diffidenti verso qualunque cibo non gli sia già stato proposto (così i nostri antenati si proteggevano dai cibi velenosi). A quel punto, proporre loro nuovi sapori sarà più complicato.

Ecco il divertentissimo video:



Fonte: Focus

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments