Utilizzare il Wi-Fi in aereo non è una novità, ma farlo su un volo low cost potrebbe fare la gioia di molti passeggeri. La compagnia aerea spagnola intende essere la prima in Europa a offrire il servizio.

wifi voli low cost vueling

La possibilità di usare il proprio smartphone, laptop o tablet sui voli di linea non è una novità. Da tempo, anche in Europa alcune compagnie aeree offrono questo tipo di servizio ai loro clienti: British Airway, Airlingus, Lufthansa, Air France, KLM, solo per citarne alcune, e anche Alitalia ha annunciato a gennaio che alcuni aeromobili della sua flotta garantiranno l’uso del Wi-Fia bordo. Questo tipo di servizio, però, era destinato soprattutto ai clienti della classe Businnes, cioè a dirigenti che per motivi di lavoro non possono permettersi il lusso di “staccare la spina” durante un volo intercontinentale. Il costo, tra l’altro, è piuttosto elevato: la compagnia spagnola Iberia, per esempio, chiede 4,95 dollari per una connessione fino a 5 Mbps e 19,95 dollari per una 22 Mbps.

Ora la compagnia iberica low cost Vueling ha presentato il proprio sistema Wi-Fi diretto a tutti i passeggeri a un costo decisamente più contenuto. Prezzi e tariffe non sono stati ancora comunicati, ma Vueling assicura che saranno “alla portata di tutti”.

La novità del sistema creato da Vueling, e installato per la prima volta su un Airbus 320 della compagnia, è quello di sfruttare le capacità del staellite KA-SAT di Eutrelsat, che appartiene alla nuova generazione di satelliti HTS (High Troughput Satellites), e che dovrebbe permettere a chi si trova a bordo di poter utilizzare una velocità di navigazione molto vicina a quella di una normale ADSL terrestre. Si parla di fino a 20 Mbps, ma non è dato di sapere se quando tutti e 180 i passeggeri a bordo saranno collegati la velocità possa subire drastici rallentamenti.

Il sistema è costituito da un’antenna integrata alla fusoliera dell’aereo e in grado di autodirezionarsi nella migliore posizione rispetto al satellite da cui riceve il segnale, tre punti di connessione wireless, distribuiti sul tetto dell’aeromobile, e il centro di ricezione, posizionato sotto la cabina del pilota.

Le modifiche apportate hanno già ottenuto l’autorizzazione della EASA (European Aviation Safety Agency) e ora sono in attesa dell’approvazione da parte dell’aviazione civile spagnola. Perciònon si ha ancora una data esatta riguardo a quando Vueling potrà effettivamente fornire il servizio ai propri clienti.

Per sapere quando sarà possibile volare connessi con Vueling, comunque, da qualche giorno è possibile utilizzare la nuova applicazione fornita da Google Flights. La società di Menlo Park ha infatti firmato un accordo con Routehappy che permette ai viaggiatori di conoscere ogni tipo d’informazione sul volo che hanno intenzione di prenotare: tipo di posto, spazio per distendere le gambe, presenza di alimentazione USB e, naturalmente, la possibilità di avere a disposizione il servizio Wi-Fi in volo.



Fonte: Wired

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments