Grandi sorprese nelle mete turistiche e qualche chicca nelle sezioni “come fare” e “perché”: il nostro anno sul motore di ricerca.

google

Un buon modo per ricordare tutto quello che è successo nell’arco dell’ultimo anno è sfogliare le classifiche Google. Il motore di ricerca infatti, ogni 12 mesi fa la conta delle parole “emergenti”, cioè le ricerche che hanno brillato per frequenza rispetto alla media. Da lì è facile individuare le nuove tendenze, cioè ciò che ha maggiormente colpito gli italiani rispetto al passato.

Personaggi
La scomparsa di Pino Daniele è stato uno dei momenti più nefasti che ha colpito il mondo della musica e della cultura di quest’anno, e infatti il nome del musicista è al primo posto della classifica. Al secondo c’è Valentino Rossi, che manda al terzo posto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, sul quale evidentemente i cittadini si sono lungamente informati.

Altri lutti hanno spinto la ricerca di notizie: quello per l’attrice Laura Antonelli, quello della giornalista Maria Grazia Capulli, volto storico del TG2 e dell’attrice romana Monica Scattini.

 

Tra i personaggi emergenti anche Rocco Siffredi (6°), Gabriel Garko (presumibilmente dopo la questione “si è rifatto/non si è rifatto”), Miss Italia Alice Sabatini e il corridore Pietro Mennea.

Parole
Ancora una volta svetta Pino Daniele, mentre Valentino Rossi finisce in decima posizione. Al secondo posto il “Grande Fratello” (l’anno scorso quarto, quindi “l’edizione dei segreti”, appena conclusa, deve aver fatto colpo sul pubblico), al terzo l’”Isola dei Famosi”. Al quarto posto entra di prepotenza la cronaca, con “Parigi”. Quinta posizione per “Sanremo 2015“, sesta per “50 sfumature di grigio”, settimo per “Miss Italia 2015″ (al primo posto delle parole con anno associato), nono per “Charlie Hebdo”.

Biglietti
Prima posizione, indiscussa, per l’evento dell’anno, l‘Expo (che era anche all’ottavo posto della lista “parole emergenti”, nonostante sia risultato un flop clamoroso). Decimo posto per i Foo Fighters a Cesena: immaginabile, dopo quanto fatto per averli lì. Gli Ema 2015 al nono, la Lotteria Italia al terzo, e in mezzo una sfilza di appuntamenti calcistici.

Perché
Questa è la sezione sottotitolata “grandi soddisfazioni”. Qui si trovano ricerche di informazioni di ogni tipo, partendo dalle più serie, come “Io leggo perché“, la campagna che si con il “perché” nel titolo si è guadagnata la prima posizione, fino a “La Grecia è in crisi”. Gli italiani si sono chiesti perché di “No Expo” (2°), dei “21 colpi di cannone” all’insediamento del Presidente della Repubblica (3°), ma anche delle dimissioni del sindaco di Roma Marino (evidentemente non era chiarissimo), e della luna rossa (7°). “Perché hai due papà” al quinto, e poi, finalmente, le chicche: perché “si chiamano le Donatella” (vedi gemelle prima X Factor, poi Isola dei Famosi) e “perché Christian e Virginia si sono lasciati”  (coppia del talent Amici, che con “Amici 2015″ è al secondo posto delle parole emergenti con anno associato).

 

Cosa significa
La lista più seria di tutte. In ordine dal primo: “Gender”, “Transgender”, “Isis”, “Je Suis Charlie”, “Codice Tributo 3918″, “Suburra”, “Tbt”, “Grexit”, “Bae”, “Giubileo”.

Come fare
Anche qui ci aggiriamo in categoria perle e soddisfazioni. Gli italiani si sono chiesti come fare il “risvoltino” (10°), al netto del decantato snobismo a riguardo. “Le olive in salamoia” (1°) hanno colto interesse più della “fattura elettronica” (2°), e del “gorgonzola in casa” (3°). Come chiamare su WhatsApp (4°) è stato più importante di come “far innamorare un uomo” (8° posto con molta tenerezza).

Mete di vacanze
Qui è necessario fermarsi tutti subito. C’è un primo posto che scalza tutti gli altri, per la sua peculiarità. L’oro delle mete più cercate per le vacanze va a: Follonica.

 

 



Fonte: Wired

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments