Che cosa c’entra Hollywood con la religione? Che cosa si intende per Hollywood science? 9 curiosità dalla mecca del cinema.

La religione del cinema. Quando Horace e Daeida Wilcox fondarono la comunità di Hollywood, nel 1887, in un ranch a ovest di Los Angeles, speravano di vedervi crescere una numerosa e composta comunità religiosa. Il proibizionismo, negli Usa, sarebbe arrivato solo cinquant’anni dopo, ma i coniugi Wilcox già vietavano la vendita di alcolici e offrivano terra gratis a chiunque costruisse una chiesa. Mai avrebbero immaginato come sarebbe andata a finire.

La scritta Hollywood arrivò solo nel 1923, quando Mark Sennett, Harry Chandler e il Los Angeles Times posero sulla collina le lettere giganti di “Hollywoodland” (abbreviata in seguito ini Hollywood) per pubblicizzare un progetto di sviluppo immobiliare che nasceva proprio su quelle colline: costò la cifra record, per quei tempi, di 21.000 dollari. Nel tempo è stata più volte restaurata e le attuali lettere non sono quelle originali.

Il primo film di Hollywood è del 1910: In Old California, di D.W. Griffith, un melodramma biografico su una donna spagnola (Marion Leonard) che ha un figlio illegittimo con un uomo che poi diventa governatore della California. Fu girato in… due giorni.

Il primo nudo artistico in un film non è stato girato a Hollywood. Si tratta di una scena di sesso (non pornografico) del film Estasi(1933), girato in Europa da Hedwig Kiesler, che in seguito assume il nome d’arte di Hedy Lamarr<7a> (1913-2000). Nel film, scappa da un marito impotente, corre nuda attraverso i boschi, finisce in uno stagno e infine fa sesso con un giovane, in una capanna.
Hedy Lamarr, peraltro, non è diventata famosa soltanto per quella scena di nudo. La diva viennese non fu un’attrice qualsiasi: oltre a diversi film, sei mariti e numerosi amanti, brevettò un’invenzione a scopo militare, oggi utilizzata per la telefonia mobile.

Secondo Movie Mistakes, la top ten delle grandi produzioni hollywoodiane con più errori comprende Apocalypse Now (390 errori), Harry Potter e il prigioniero di Azkaban (296), Harry Potter e la camera dei segreti (289), Superman IV (267) e La Compagnia dell’Anello (262).

Con scienza di Hollywood (Hollywood science), gli esperti indicano la summa di principi scientifici fraintesi, ignorati o abusati dall’industria cinematografica: dalle improbabili acrobazie dei film di arti marziali alle folli evoluzioni di guida di James Bond e dei suoi epigoni, fino ai dinosauri resuscitati.

Le spade laser di Star Wars (1977) erano steli in fibra di vetro rivestiti con un materiale altamente riflettente. La luce si rifletteva sulle aste con gli specchi davanti all’obiettivo della fotocamera e il colore è stato successivamente potenziato dall’animazione.

Effetti veramente speciali: in Uccelli (Hitchcock, 1963), gli uccelli, vivi, erano legati all’attrice protagonista, Tippi Hedren. Per una parte della sequenza alcuni uccelli erano stati legati con fili di nylon all’attrice, per non farli volare via.

Ci sono volute 15 persone per muovere ciascuno dei tre squali meccanici utilizzati in Lo Squalo (Jaws), che costavano la bellezza di 250 mila dollari ciascuno.

 



Fonte: Focus

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments