Le cimici verdi, ma ne esistono anche di marroni che sono praticamente la stessa cosa, sono chiamate dalla tradizione popolare in vari modi, e sono caratteristiche dell’autunno.

cimici_verdi

Come Eliminare le Cimici Verdi da Casa Definitivamente, quelle fastidiose compagne delle serate autunnali, decisamente poco simpatiche. Ogni stagione, infatti, ha il suo insetto fastidioso caratteristico. L’estate è la stagione delle zanzare, anche se con l’arrivo della zanzara tigre, il periodo dell’anno in cui è presente si è ulteriormente allungato. In estate sono presenti anche le vespe, le api, e un po’ tutti quegli insetti dotati di pungiglione che, in effetti, non sono fastidiosi, ma se disturbati possono diventare anche un pericolo, in particolar modo per i soggetti allergici, che potrebbero infatti, se punti, avere uno shock anafilattico, un evento che può rivelarsi anche fatale. Il problema è che api e vespe possono essere disturbate anche inavvertitamente, in quanto è possibile passare troppo vicino ad un nido senza rendersene conto e questo verrebbe interpretato dall’insetto come una minaccia, per cui l’attacco sarebbe devastante. Le cimici verdi, ma ne esistono anche di marroni che sono praticamente la stessa cosa, sono chiamate dalla tradizione popolare in vari modi, tutti riferiti più o meno al loro caratteristico cattivo odore, che diventa ancor più forte se in qualche modo vengono schiacciate.

Del tutto inutili, perché in effetti non sembrano avere in natura uno scopo ben preciso, puzzolenti e fastidiose, sono invise alla maggior parte delle persone, ma anche a gran parte delle verdure delle cui foglie si nutrono, in particolare del pomodoro, per il quale risultano essere addirittura letali. La loro esistenza quindi non ha una spiegazione, non si capisce perché madre natura le abbia messe al mondo, ed è anche questo il motivo per cui appena le si vedono, o le si sentono, visto che il loro volare, soprattutto quando entrano in casa, è abbastanza rumoroso e inconfondibile, le si vuole eliminare a tutti i costi.

Amano il caldo, o quanto meno un ambiente tiepido, per cui le si trova facilmente posate sui panni stesi ad asciugare, sulle pareti esposte al sole, ma quel che è peggio, entrano volentieri nelle case, in particolar modo nelle ore serali, attirate dalla luce e cominciano immediatamente a svolazzare rumorosamente attorno al lampadario. È allora che scatta la caccia alla cimice, o alle fetarole come vengono chiamate in alcune regioni del Sud Italia, armati di stracci o di quanto possa essere utilizzato per colpirle nelle loro evoluzioni, e non ci si da pace fin quando l’invasore non è stato eliminato.

Le cimici hanno fortunatamente alcuni nemici naturali rappresentati dagli uccelli, in particolare le cince e i codirossi, per cui potrebbe essere utile sistemare quelle casette per uccelli  all’esterno della casa, soprattutto poi se si ha un giardino di qualsivoglia dimensione, soluzione che oltre a limitare l’invasione, favorirebbe la presenza di questi graziosi amici nelle vicinanze della casa.

Altri nemici naturali sono i ragni e le mantidi religiose, per cui è bene non disturbarli sempre se si trovano all’esterno della casa. Il modo migliore per combattere questi fastidiosi insetti è quindi favorire una certa biodiversità, ovviamente si sta parlando dell’esterno dell’abitazione, così da renderlo accogliente per i predatori naturali.

Per l’interno della casa risulta invece utile un infuso di acqua e tabacco, oppure di acqua e sapone, da spruzzare con uno spruzzino sulle imposte di finestre e balconi, senza dimenticare di tenere sempre abbassate le zanzariere, ovviamente se presenti, zanzariere che andrebbero anch’esse spruzzate. Va detto che il sapone ha un effetto disidratante su queste fastidiose cimici verdi o marroni, per cui le uccide abbastanza facilmente, inoltre senza correre il rischio di appestare la casa per colpa del loro cattivo odore. Basta quindi un po’ di attenzione, controllare bene i panni prima di ritirarli in casa una volta asciutti e, nella peggiore delle ipotesi, turarsi il naso.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments